Lettore pacifico e bucolico,
sobrio ed ingenuo uomo dabbene,
getta questo libro saturnino,
orgiaco e malinconico.

Se non hai fatto il tuo corso di rettorica
presso Satana, lo scaltro decano,
gettalo! non vi comprenderesti nulla,
o mi crederesti isterico.

Ma se, senza lasciarsi fascinare,
l’occhio tuo sa scrutare ne li abissi,
leggimi, per imparare ad amarmi;

anima curiosa che soffri
e vai cercando il tuo paradiso,
compiangimi! … se no, ti maledico!

Épigraphe pour un Livre condamné
da I nuovi Fiori del male, Nouvelles Fleurs du mal – C. Baudelaire

Fonti: Eternels Eclairs (fr), Liber Liber (it)